Farmaci Antivirali – Introduzione


FARMACI ANTIVIRALI

I virus sono piccoli agenti infettivi (molto più piccoli dei batteri, circa 20-400nm contro 1000nm) che, per alcune loro caratteristiche peculiari, sono definiti parassiti endocellulari obbligati. Infatti a differenza per esempio dei batteri, i virus per replicarsi devono obbligatoriamente penetrare in una cellula ospite, e sfruttare le strutture in essa presenti.

Possono infettare animali, vegetali, e persino batteri ed archeobatteri.

Esistono diverse tipologie di virus; solitamente sono divisi in base al materiale genetico; pertanto possiamo distinguere i virus in virus a DNA, virus ad RNA, con filamento a doppia elica o a singola elica, ecc.. (lo vedremo poco più avanti). Anche la forma può essere differente, ma strutturalmente possiedono tutti un involucro proteico, volto a contenere il materiale genetico.

Virus a DNA: il DNA virale deve prima essere convertito in mRNA, quindi inserito nel DNA della cellula ospite; la replicazione avviene nel nucleo.

Virus ad RNA: la replicazione dei virus ad RNA avviene nel citoplasma; i virus a trascrizione inversa, attraverso la trascrittasi inversa, convertono il loro RNA in DNA.

I virus a singolo filamento possono averlo ordinato in due direzioni (positivo e negativo); è positivo quando la DNA polimerasi agisce dal carbonio 3′ al 5′; è negativo quando invece dal 5′ al 3′, partendo la gruppo fosfato in posizione 5′, per poi avere lo stop nel carbonio 3′.

Ricordiamo che ogni tripletta codifica per un amminoacido.

Storicamente,il primo virus ad essere stato studiato è quello del tabacco, un virus ad RNA a singolo filamento.

CLASSIFICAZIONE DEI VIRUS ED ESEMPI

  • VIRUS A DNA A DOPPIO FILAMENTO: es: Herpesvirus e Papillomavirus;

  • VIRUS A DNA A SINGOLO FILAMENTO: es: Parvovirus;

  • VIRUS A RNA A DOPPIO FILAMENTO: es: Rotavirus;

  • VIRUS A RNA A SINGOLO FILAMENTO: es: HIV, epatite C e febbre gialla.

Particolare attenzione va posta nei confronti del virus HIV, il quale è un virus a RNA a singolo filamento e a trascrizione inversa.

Tra le patologie più note causate dai virus ricordiamo: varicella, morbillo, influenza, mononucleosi, AIDS, vaiolo, ecc…

Ogni virus ha un suo modo di penetrare nella cellula ospite: i due meccanismi principali sono endocitosi e fusione. Per quanto riguarda l’uscita, solitamente causano la lisi della cellula ospite, uccidendola, ed il virus fuoriesce completamente formato.

Le varie fasi dell’infezione virale possono durare un tempo variabile, anche per lo stesso tipo di virus; per esempio per l’HIV, la fusione impiega 30 minuti, la penetrazione circa 5 ore, poi da 13 a 24 ore per concludere il processo infettante ed avere la replicazione.