Droghe contenenti Carboidrati – Parte 2/2


Droghe contenenti Carboidrati – Parte 2/2

GOMME E MUCILLAGINI o IDROCOLLOIDI VEGETALI

Le gomme e le mucillagini sono entrambe prodotti vegetali; la gomma (che è un essudato viscoso) viene prodotta solitamente dopo lesioni del tronco, con lo scopo di riparare la ferita; invece le mucillagini (che formano un velo e trattengono l’acqua) sono normalmente presenti nelle cellule (ad es. tegumento del seme), e sono emulsionanti (favoriscono l’idratazione dei tessuti).

  • Gomma arabica: ottenuta dai rami e dalla corteccia di Acacia (gummi, senegal), stabilizza le emulsioni, ed è utile nel trattamento della tosse, e per proteggere la gola.
  • Gomma adragante: ottenuta da Astragalus gummifer, è molto viscosa, ed è impiegata per sospendere polveri insolubili.
  • Gomma carruba: si ottiene da Ceratonia siliqua; è impiegata come adsorbente, nel trattamento della diarrea o come antiemetico nei bambini.
  • Gomma guar: si ottiene dai semi di Cyamopsis; è poco solubile ma si rigonfia notevolmente; è usata come fibra dietetica, in quanto interferisce col metabolismo dei grassi e dei carboidrati; inoltre porta ad una riduzione di livelli di colesterolo e di LDL; dà sensazione di sazietà ed è impiegata nell’obesità.

Vediamo ora le principali droghe contenenti mucillagini:

  • Altea: (radici e foglie) mucillagine che per idrolisi libera galattosio, ramnosio, arabinosio, glucosio, ac. Galatturonico.. è usata come emolliente e protettivo della mucosa orale, gastrica ed intestinale; è spesso impiegata come infuso o decotto.
  • Malva: (foglie e fiori) emolliente; similmente all’altea, è impiegata come protettivo delle mucose, specialmente quella gastrica; inoltre è utile nelle patologie infiammatorie del cavo orale e delle prime vie aeree.
  • Lino: (semi, Linum usitatissimum); le mucillagini del lino sono usate come lassativo, ma hanno ovviamente anche proprietà emollienti ed antiinfiammatorie.
  • Aloe: (gel, ottenuto dalle foglie); ha proprietà cicatrizzanti, antiinfiammatorie ed antiirritanti; inibisce la sintesi di alcuni trombossani e stabilizza alcuni fattori di crescita.
  • Tiglio: (fiori di Tilia platyphillos); usato per la tosse (spasmolitico) e per prendere sonno.
  • Psillio: (semi di Plantago ovata, P. psillium); ha proprietà lassative (osmosi); causa una riduzione del pH del colon, favorendo lo sviluppo di una flora batterica acidofila (migliore); riduce l’iperglicemia postprandiale e riduce i livelli di colesterolo e LDL (favorisce l’eliminazione degli acidi biliari e del colesterolo con le feci); inoltre riduce la sintesi di colesterolo a livello epatico.

Altri polisaccaridi:

  • Acido alginico: presente in molte alghe brune, è insolubile in acqua. E’ impiegato come emulsionante e protettivo della mucosa gastrica, in particolare nel reflusso gastro-esofageo (gastroprotettore).
  • Agar-agar: (alcune alghe rosse) è un polisaccaride omogeneo, formato principalmente da agarosio ed agaropectina; è usato come emulsionante, come lassativo e per la preparazione di terreni di coltura cellulare.
  • Carragenina: (da Chondrus crispus) i componenti principali sono i carragenani; è usata come gelificante ed emulsionante.